Tag Archives: turismo congressuale Italia

Turismo

Turista a Roma? Sì, ma per congressi!

Turismo CongressualeDici turismo, dici Roma e immediatamente vengono alla mente i milioni di turisti che ogni anno affollano la Capitale per visitare le incredibili meraviglie frutto della sua storia millenaria. I luoghi più visitati restano il Colosseo, i Fori Imperiali, Castel Sant’Angelo, Piazza Navona, Piazza di Spagna, il Pantheon, San Pietro in Vaticano. Ma, a sorpresa, stando ad uno studio dell’Auditorium Via Veneto, negli ultimi anni è in ripresa un altro trend che porta a Roma (anzi, ri-porta dopo anni di crisi) numerosissimi visitatori.

Turismo culturale, sì, ma secondo un’altra accezione del termine.
Parliamo, infatti, del turismo congressuale.

Il mercato dei congressi a Roma è in netta ripresa dopo le difficoltà insorte tra il 2004 ed il 2008. Nonostante le città italiane ancora non compaiano nelle prime 20 posizioni della classifica ICCA (International Congress and Convention Association), in Italia a fare la parte del leone è sempre la città di Roma.


Come si diceva, il turismo congressuale è in ripresa. Nel 2010 il Bel Paese ha guadagnato la quarta posizione della classifica ICCA (due in più rispetto all’anno precedente). Con 350 meeting l’Italia si posiziona sotto la Spagna (360 eventi) e prima di Gran Bretagna (345) e Francia (341). In testa alla classifica ci sono gli Stati Uniti (595 meeting) e la Germania (458) che dal 2004 occupano le prime posizioni.

Le potenzialità di Roma nel turismo congressuale sono indiscutibili, dunque non sorprende questo trend in crescita. Il “prodotto” Roma, difatti, permette di abbinare al turismo congressuale cultura, religione, sport, architettura, arte, etc.

Le ricadute sull’intera città sono estremamente positive da un punto di vista economico. Basti pensare che nei giorni pre e post-evento, i partecipanti ai convegni internazionali spendono mediamente il 34% in più (rispetto ai giorni dell’evento). Se si considera che la permanenza extra- evento nella location internazionale prescelta può arrivare a 3-4 giorni (fonte CISET), ci si può rendere immediatamente conto di quanti introiti ricadono sulla città. Le spese maggiormente sostenute interessano, in genere, gastronomia, scarpe, abbigliamento, cosmesi, libri e dischi.



Roma caput mundi. Anche dei congressi?

condividi