Tag Archives: fotovoltaico

Arredamento Casa Edilizia Energia Eventi

Casa Ecologica: il Salone del Mobile di Parma è per la bioarchitettura

Salone Mobile Parma 2011 casa ecologicaTorniamo a parlare di ecologia e risparmio energetico, questa volta con un occhio particolare per la bioarchitettura, architettura che ha tra i suoi principi irrinunciabili il rapporto di equilibrio tra l’edificio e l’ambiente circostante: il Salone del Mobile di Parma, che si svolgerà dal 29 gennaio al 6 febbraio 2011, metterà al centro delle sue esposizioni, i concetti di abitare e benessere.

La casa ecologica è la casa del futuro: con questa sorta di slogan anche l’arredamento punta al basso impatto energetico e il comfort è sempre più legato a doppio filo con l’etica dell’ecosostenibilità.

Secondo i dati elaborati da GPF, Istituto di Ricerca e Consulenza Strategica di Milano, la casa sostenibile, costruita con materiali ecocompatibili, sta progressivamente diventando un fattore importante per gli italiani e per il modo in cui intendono il benessere: un dato importante, in vista degli sviluppi della bioarchitettura, modello che si sta diffondendo e che mira al reimpiego dei materiali di recupero e alle energie rinnovabili, prima fra tutte quella solare con il fotovoltaico.

La casa come luogo secondo natura: il Salone del Mobile di Parma, come la fiera itinerante Klimahouse, come luoghi espositivi hanno il merito di diffondere l’idea di casa, arredamento, edilizia e architettura in generale come fonte di comfort e benessere qualora sia rispettosa dell’ambiente.

Per maggiori informazioni ecco il link al sito ufficiale:
www.salonedelmobile.net

condividi
Elettromeccanica

Trasformatori elettrici a norma europea: collaudo certificato e qualità garantita

produttori trasformatori elettriciPer garantire qualità e durata i produttori di trasformatori elettrici possono contare, per le operazioni di pre-collaudo e collaudo, sulle normative vigenti europee EN, IEC, CEI, VDE, UL, rispettando le quali le aziende del settore sono in grado di certificare la qualità dei prodotti: la normativa riguarda infatti tutte le fasi della produzione, dalla progettazione all’effettiva realizzazione e permette a ogni singola impresa di istituire un proprio sistema di gestione della qualità e di conseguenza di migliorare il rapporto con il cliente.

Le tipologie di trasformatori elettrici sono molteplici, così come i loro possibili impieghi: trasformatori monofase, trifase, trasformatori esafase fino alle apparecchiature speciali.

Trasfoprject, realtà produttrice del nordest in provincia di Vicenza impiegata nel settore dell’elettromeccanica e dell’elettronica di potenza, offre un catalogo di trasformatori per svariati settori: nel navale i trasformatori Trasfoproject sono impiegati per servizi ausiliari di cantiere e bordo, per il settore delle telecomunicazioni, l’esperienza Trasfoproject riguarda soprattutto l’alto isolamento galvanico per siti e centrali operative.

Trasfoproject è anche impegnata nel grande ambito del green e delle energie rinnovabili: per l’eolico e il fotovoltaico, Trasfoproject progetta e realizza sistemi per inverter, ponendo pertanto attenzione a un settore, quello dell’ecosostenibile, che, non solo ha una maggiore prospettiva futura, ma è anche, attualmente parlando, un settore fortemente in crescita e competitivo, come dimostrano numerosi dati e ricerche di mercato per questo 2010.

Energia

Fotovoltaico: primato del Trentino, incentivi e consorzi aziendali

pannello solare fotovoltaicoNel campo delle energie rinnovabili e in particolare del solare fotovoltaico, il Trentino Alto-Adige è la regione italiana più ricettiva: ha il più alto numero di case con impianti fotovoltaici per la conversione di energia solare in energia elettrica, ma non solo.

La regione è al primo posto per costruzioni con pannelli solari termici finalizzata al riscaldamento dell’acqua, grazie soprattutto al contributo di Edilbeton Trento, società immobiliare e di edilizia che ormai da tempo offre la possibilità di installare per la domestica pannelli solari, fotovoltaici e termici.

Qualche cifra riguardante l’intero territorio nazionale: oltre 100mila impianti fotovoltaici (stando ai dati aggiornati al 30 settembre scorso), che godono non solo di incentivi ma anche di un sempre maggiore interesse della clientela verso le grandi e non più rinviabili tematiche del risparmio energetico e verso la cultura del green in generale. Tanto è vero che nascono sempre più imprese nel settore: tanto per citarne alcune Solar Italia, EnerPoint, Azimut.

Ancora però, visto che almeno per l’Italia siamo all’inizio per la diffusione dell’energia rinnovabile (non certo tutti possono permettersi un pannello fotovoltaico in casa, se non con incentivi e la presenza, non trascurabile oggi, di consorzi che si occupino ad esempio di installazioni fotovoltaiche nelle realtà condominiali), non si può parlare, come afferma Guido Lodigiani dell’impresa di Milano Gabetti Property Solutions, di preferenza per un’energia green rispetto ad altre. Forse la competizione tra le diverse soluzion green sarà argomento di un futuro prossimo.

Il green, a parte l’esempio virtuoso del Trentino Alto-Adige e quello del Veneto con il suo progetto Energy for Life della EnergyLand, fatica ad affermarsi anche nelle grandi città italiane, dove i possessori di pannelli solari sono per lo più ricchi proprietari di attici. La ragione è ovviamente il costo, ma grazie alla nascita di consorzi e al sistema di agevolazioni e incentivi forse si potrà fare qualcosa di meglio in futuro. Di certo un pannello fotovoltaico o geotermico comporta vantaggi non da poco, come bollette più leggere per il singolo (recuperando pian piano i costi dell’installazione!) e ovviamente per la collettività. Meno emissioni, meno inquinamento, più futuro.