Tag Archives: ecosostenibile

Elettromeccanica

Trasformatori elettrici a norma europea: collaudo certificato e qualità garantita

produttori trasformatori elettriciPer garantire qualità e durata i produttori di trasformatori elettrici possono contare, per le operazioni di pre-collaudo e collaudo, sulle normative vigenti europee EN, IEC, CEI, VDE, UL, rispettando le quali le aziende del settore sono in grado di certificare la qualità dei prodotti: la normativa riguarda infatti tutte le fasi della produzione, dalla progettazione all’effettiva realizzazione e permette a ogni singola impresa di istituire un proprio sistema di gestione della qualità e di conseguenza di migliorare il rapporto con il cliente.

Le tipologie di trasformatori elettrici sono molteplici, così come i loro possibili impieghi: trasformatori monofase, trifase, trasformatori esafase fino alle apparecchiature speciali.

Trasfoprject, realtà produttrice del nordest in provincia di Vicenza impiegata nel settore dell’elettromeccanica e dell’elettronica di potenza, offre un catalogo di trasformatori per svariati settori: nel navale i trasformatori Trasfoproject sono impiegati per servizi ausiliari di cantiere e bordo, per il settore delle telecomunicazioni, l’esperienza Trasfoproject riguarda soprattutto l’alto isolamento galvanico per siti e centrali operative.

Trasfoproject è anche impegnata nel grande ambito del green e delle energie rinnovabili: per l’eolico e il fotovoltaico, Trasfoproject progetta e realizza sistemi per inverter, ponendo pertanto attenzione a un settore, quello dell’ecosostenibile, che, non solo ha una maggiore prospettiva futura, ma è anche, attualmente parlando, un settore fortemente in crescita e competitivo, come dimostrano numerosi dati e ricerche di mercato per questo 2010.

condividi
Energia

Pannelli solari fotovoltaici: mercato green conveniente per imprese e privati

moduli fotovoltaici pannelli solariIl decollo del fotovoltaico in Italia, accreditato da più fonti e dall’impennata di ordini di pannelli e moduli fotovoltaici da parte di imprese e privati, si inserisce nel grande discorso dell’ecosostenibilità, sempre più urgente e non più rinviabile, e nella progressiva consapevolezza dei vantaggi dell’energia solare: fonte energetica inesauribile, risparmio sulla bolletta elettrica, assenza di qualsiasi tipo di emissione inquinante, modularità del sistema e bassissima manutenzione e relativi costi. I vantaggi del fotovoltaico, insomma, sono numerosi e sono sempre più sotto gli occhi di imprese e industrie, ma anche dei privati.

Le aziende produttrici di pannelli solari fotovoltaici possono oggi rispondere a esigenze sempre più specifiche, attraverso la personalizzazione dei pannelli da adattare a qualsiasi tipo di superficie e di edificio, industriale o domestico, e fornendo per la loro clientela un pacchetto completo, che comprende, oltre alla produzione, progettazione, fornitura e installazione, fino alle pratiche burocratiche e finanziarie per l’ottenimento delle agevolazioni.

I costi del fotovoltaico, con la possibilità di incentivi e agevolazioni iniziali unita al considerevole risparmio nel tempo con bollette contenutissime, sono quindi sempre più appetibili per le imprese e anche per le realtà domestiche. Inoltre i moduli fotovoltaici si adattano agli scopi più diversi: possono essere impiegati per illuminazione pubblica – lampioni fotovoltaici – e per integrazione architettonica negli edifici, coniugando qualità estetiche e funzionalità.

I moduli fotovoltaici, tra loro diversificati in monocristallini e policristallini, sono attualmente impiegati soprattutto per capannoni e strutture industriali: le ampie coperture piane non ombreggiate e la necessità di un fabbisogno energetico ingente e continuo rendono questa tecnologia green più che adatta ed efficace, senza contare poi il fatto che i costi e i lavori di manutenzione dei moduli sono bassissimi rispetto ad altre soluzioni.

Le aziende di impianti fotovoltaici in Italia hanno innanzitutto il merito indiscusso di incentivare una fonte energetica che limita fortemente l’utilizzo dei combustibili fossili tradizionali, ma anche quello di diffondere una tecnologia che riduce i costi per le imprese, soprattutto quelli a lungo termine, e, stando alle ultime rilevazioni, queste aziende danno un forte contributo alla competitività italiana sul mercato internazionale, investendo e facendo investire le industrie su un’economia green che avrà sempre più voce in capitolo.