Tag Archives: booking online

Turismo

La Regione Toscana sfrutta le risorse del turismo online

turismo toscanaLa regione Toscana è un po’ il fiore all’occhiello del turismo in Italia, vantando una posizione di preminenza non solo a livello del mercato turistico interno, ma anche sullo scenario internazionale.

L’incontro che si è tenuto oggi tra l’assessore regionale al turismo, Cristina Scaletti, e i presidenti di Fiavet (Associazione delle agenzie di viaggio e turismo Toscana) e di Federalberghi, conferma ulteriormente il posto d’onore attribuito alla regione e alle sue strutture ricettive e agenzie di viaggio: oggetto dell’incontro la possibilità per le strutture ricettive e agenzie di viaggio che aderiscono a Fiavet e Federalberghi di utilizzare il portale unico del turismo toscano www.turismo.intoscana.it per promuovere la propria attività.

Si tratta sicuramente di una grande opportunità per gli operatori turistici che potranno stabilire così un rapporto diretto con la regione e un invito per tutti i proprietari di strutture ricettive a ottimizzare le proprie performance, anche e soprattutto online.

Se, come è risultato dal recente BTO, il booking online è in espansione anche da un punto di vista “interno” (aumenta cioè il numero dei vacanzieri italiani che si affidano progressivamente al web per pianificare un viaggio in Italia), l’incontro di oggi va nella direzione di integrare sempre di più risorse offline e online: si prevede infatti nel prossimo futuro di integrare il sistema di booking online di Federalberghi con il portale unico del turismo in Toscana, ottimizzando sul web le strutture ricettive toscane.

Chissà che questo non avvenga in futuro anche per altre regioni italiane.

condividi
Business Turismo

Turismo: cresce in Italia il booking online

Turismo BTO Booking OnlineOggi parte il BTO di Firenze ed è arrivato il momento di tirare le somme per il 2010 e pianificare le strategie per il 2011: tutti gli operatori del turismo si aspettano, o sperano, che il 2011 sia effettivamente, come si attesta da più parti, l’anno della ripresa del turismo.

Ma c’è comunque un dato – ce lo riporta il Sole24Ore in merito alla ricerca condotta da Isnart-UnionCamere in collaborazione con Expedia, il più grande portale italiano di booking online – che potrebbe rincuorare tutti i portali turistici, i tour operators, le agenzie di viaggio online: ovvero che le prenotazioni online degli italiani, tra i più restii in Europa e nel mondo nel prenotare una camera d’albergo sul web con carta di credito – sono aumentate più del 15% in un anno, dal misero 1,2% dell’anno precedente al 17,6% del 2010.

Quali sono i motivi? Come afferma Flavia Coccia, direttore operativo Isnart e come riporta Il Sole24Ore nel suo articolo, proprio la crisi economica di questi ultimi due anni ha cambiato, e possiamo dedurre che le cambierà progressivamente, le abitudini di prenotazione degli italiani, e di acquisto in generale. La necessità di risparmiare sulle vacanze, e di godersele nonostante tutto, ha spinto gli italiani a cercare nuove modalità di prenotazione. E il booking online può soddisfare effettivamente tale domanda: risparmio, ampia scelta, possibilità di confronto tra varie strutture e vari portali, ognuno dei quali può avere più o meno alti costi di commissione o spese aggiuntive.

Qualche dato numerico in più: dai siti di prenotazione online arriva ben il 41,2% della clientela e gli operatori turistici che permettono il booking su web godono di una performance migliore misurata su un buon 8% in più di prenotazioni delle camere arrivate a buon fine.

Come potevamo immaginare, la maggioranza della clientela che prenota online proviene dall’estero: Giappone in primis, poi americani e inglesi. Le mete preferite sono naturalmente Roma e Milano, e relativamente alle due città di punta italiane, si nota l’incremento di prenotazioni da Cina, Giappone e Nord Europa. Che i turisti stranieri siano i più propensi ad affidarsi al web era risaputo: ma i dati che riguardano il 2010 ci possono far pensare che anche gli italiani prenderanno sempre di più nel corso dell’anno che verrà la buona abitudine di usare un po’ di più web e carta di credito – per la gioia degli operatori turistici online.