Fotovoltaico: primato del Trentino, incentivi e consorzi aziendali

pannello solare fotovoltaicoNel campo delle energie rinnovabili e in particolare del solare fotovoltaico, il Trentino Alto-Adige è la regione italiana più ricettiva: ha il più alto numero di case con impianti fotovoltaici per la conversione di energia solare in energia elettrica, ma non solo.

La regione è al primo posto per costruzioni con pannelli solari termici finalizzata al riscaldamento dell’acqua, grazie soprattutto al contributo di Edilbeton Trento, società immobiliare e di edilizia che ormai da tempo offre la possibilità di installare per la domestica pannelli solari, fotovoltaici e termici.

Qualche cifra riguardante l’intero territorio nazionale: oltre 100mila impianti fotovoltaici (stando ai dati aggiornati al 30 settembre scorso), che godono non solo di incentivi ma anche di un sempre maggiore interesse della clientela verso le grandi e non più rinviabili tematiche del risparmio energetico e verso la cultura del green in generale. Tanto è vero che nascono sempre più imprese nel settore: tanto per citarne alcune Solar Italia, EnerPoint, Azimut.

Ancora però, visto che almeno per l’Italia siamo all’inizio per la diffusione dell’energia rinnovabile (non certo tutti possono permettersi un pannello fotovoltaico in casa, se non con incentivi e la presenza, non trascurabile oggi, di consorzi che si occupino ad esempio di installazioni fotovoltaiche nelle realtà condominiali), non si può parlare, come afferma Guido Lodigiani dell’impresa di Milano Gabetti Property Solutions, di preferenza per un’energia green rispetto ad altre. Forse la competizione tra le diverse soluzion green sarà argomento di un futuro prossimo.

Il green, a parte l’esempio virtuoso del Trentino Alto-Adige e quello del Veneto con il suo progetto Energy for Life della EnergyLand, fatica ad affermarsi anche nelle grandi città italiane, dove i possessori di pannelli solari sono per lo più ricchi proprietari di attici. La ragione è ovviamente il costo, ma grazie alla nascita di consorzi e al sistema di agevolazioni e incentivi forse si potrà fare qualcosa di meglio in futuro. Di certo un pannello fotovoltaico o geotermico comporta vantaggi non da poco, come bollette più leggere per il singolo (recuperando pian piano i costi dell’installazione!) e ovviamente per la collettività. Meno emissioni, meno inquinamento, più futuro.

condividi

12 Comments

  • Pingback: Pannelli solari fotovoltaici: mercato green conveniente per imprese e privati | Aziende Italiane online

  • Pingback: Pannelli solari fotovoltaici: mercato green conveniente per imprese e privati

  • Pingback: Pannelli solari fotovoltaici: mercato green conveniente per imprese e privati

  • Pingback: Pannelli solari fotovoltaici: mercato green conveniente per imprese e privati | Comunicati Stampa.net - Notizie e Comunicati

  • Pingback: Pannelli solari fotovoltaici: mercato green conveniente per imprese e privati | Comunicato Stampa

  • Pingback: Pannelli solari fotovoltaici: mercato green conveniente per imprese e privati | Comunicati Stampa

  • Pingback: Pannelli solari fotovoltaici: mercato green conveniente per imprese e privati | AlimentaPress.it

  • Pingback: Pannelli solari fotovoltaici: mercato green conveniente per imprese e privati | HBrand.it

  • Pingback: Pannelli solari fotovoltaici: mercato green conveniente per imprese e privati

  • gianfranco
    24 maggio 2011 - 14:38 | Permalink

    Ciao io ho avuto un’ottima esperienza nell’installazione di un impianto fotovoltaico chiavi in mano.

    • mauro
      25 maggio 2011 - 09:51 | Permalink

      mi fa molto piacere! spero che tra non molto tutte le case e le industrie si dotino di un impianto fotovoltaico per un considerevole risparmio energetico :)

  • Pingback: Eventi Solare Fotovoltaico: la Festa del Sole | Aziende Italiane online

  • Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>